🃏 HAHAHA sconti su tutti gli articoli del Joker!
Indovina? Esatto! Questo mese festeggia il compleanno del Pagliaccio Principe del Crimine, il Joker.

Con una varietà di trucchi nascosti nella manica, il pazzo Joker è pronto a contrastare i tentativi di Batman di portare la pace a Gotham. Questo cattivone dalla faccia lattea è pronto a festeggiare con te insieme a una schiera di perfidi compagni. Acquista statuine, fumetti e tutti gli altri articoli del Joker: fino al 15% di sconto!!!!

Dc Comics: Joker: Why So Serious? (Giacca College Unisex Tg. XL)

Ordina ora

Suicide Squad – Joker And Harley (Set 2 Bicchieri)

Ordina ora

Dc Comics: Batman: Joker Arrest Black (T-Shirt Unisex Tg. XL)

Ordina ora

Dc Comics: Joker – Back In Town (Stampa 80X60 Cm)

Ordina ora

Superman – L’Imperatore Joker

Ordina ora

Joker Crackle Logo (T-Shirt Unisex Tg. M)

Ordina ora

Dc Comics: The Joker Hahaha Gift Set (Set Tazza, Sottobicchiere E Portachiavi)

Ordina ora

Batman: Joker – Guarigione

Ordina ora

Dc Comics: Joker – Ha Ha Ha Ha Ha (Poster 40X40 Cm)

Ordina ora

Dc Comics: Plastoy 80059 – Salvadanaio Joker Sulla Cassaforte

Ordina ora


Dc Comics: Joker: Basic Character Art Grey (T-Shirt Unisex Tg. S)

Ordina ora

Batman – Joker, L’uomo Che Ride

Ordina ora

Dc Comics: Suicide Squad: Joker Tattooed Face (T-Shirt Unisex Tg. XL)

Ordina ora

Dc Deluxe – Joker Le Grandi Storie

Ordina ora

Dc Comics: Joker – Joker Body Knocker

Ordina ora

Dc Comics: Batman Comic – Joker Bats (Poster Maxi 61×91,5 Cm)

Ordina ora

Joker & Harley!

Ordina ora

Dc Comics: Joker Arkham Asylum Prem Form Figure

Ordina ora

Batman – Batman/Joker (Tazza)

Ordina ora

Dc Comics: Batman Comic – Joker Cat (Stampa In Cornice 30x40cm)

Ordina ora

Dc Comics: Joker Face (Tazza)

Ordina ora

Dc Comics: Batman Comic – Joker Defeated (Stampa In Cornice 30x40cm)

Ordina ora

Batman – The Joker (Tazza Mini)

Ordina ora

Batman – In Cella Con Il Joker

Ordina ora

Joker, Il Principe Pagliaccio Del Crimine #01-02 (Pack)

Ordina ora

Dc Comics: Justice League – Joker Chibi (Tazza)

Ordina ora

Dc Comics: The Joker Insane (Bicchiere)

Ordina ora

Batman Library #06 – Il Manicomio Del Joker #02

Ordina ora

Batman – Joker Sons Of Arkham (Tazza)

Ordina ora

Batman – Joker (Targa Metallica Piccola)

Ordina ora

Batman Comic – Joker Wanted (Tazza)

Ordina ora

Dc Comics: Joker (Set 4 Sottobicchieri)

Ordina ora

Joker: Moods (T-Shirt Unisex Tg. XL)

Ordina ora

Dc Comics: Batman Comic – Joker Escapes (Tazza)

Ordina ora

Dc Comics: The Joker – Hahaha – Poster

Ordina ora

Dc Comics: Batman Comic – Joker Escpaes (Stampa In Cornice 30×40 Cm)

Ordina ora

Dc Comics: Le Grandi Storie Dei Supereroi #39 – Batman – In Cella Con Il Joker

Ordina ora

Batman – Joker Japanese Black (T-Shirt Unisex Tg. L)

Ordina ora

Batman – The Dark Knight – Joker Fun (Stampa In Cornice 75×30 Cm)

Ordina ora

Dc Comics: Batman Comic – Joker Plenty Wrong (Stampa In Cornice 30×40 Cm)

Ordina ora

Dc Comics: Plastoy 60704 – Portachiavi Chibi The Joker

Ordina ora

Dc Comics: Batman The Dark Knight: Joker Big Face (T-Shirt Unisex Tg. 2XL)

Ordina ora

Dc Comics: Batman: Alex Ross Joker Black (T-Shirt Unisex Tg. L)

Ordina ora

Dc Comics: Batman Origins – Joker Bats (Poster Maxi 61×91,5 Cm)

Ordina ora

Dc Comics: Batman Comic – Joker Wanted (Stampa In Cornice 30×40 Cm)

Ordina ora

Superman Panorama #14 – Imperatore Joker

Ordina ora

Dc Comics: Plastoy 140 – Collector’s Figure The Joker

Ordina ora

Dc Comics: Suicide Squad: Harley Joker Cards (T-Shirt Unisex Tg. 2XL)

Ordina ora

Suicide Squad Movie #02 – Joker

Ordina ora

Dc Comics: Batman Comic – Joker Woke Up This Way (Tazza)

Ordina ora

Batman – Joker (Magnete Metallo)

Ordina ora

Dc Comics: Injustice – Joker (Tazza)

Ordina ora

Suicide Squad – Joker And Harley Quinn (Poster Mini 40×50 Cm)

Ordina ora

Batman Il Cavaliere Oscuro (La Leggenda) #76: I segreti del Joker

Ordina ora

Joker – Laughter (Scodella)

Ordina ora

Dc Comics: Plastoy 80068 – Mini Salvadanaio Chibi The Joker

Ordina ora

Dc Comics: Suicide Squad (Joker Skull) (Tazza)

Ordina ora

Batman Il Cavaliere Oscuro (La Leggenda) #33: La vendetta del Joker

Ordina ora

Dc Comics: Lego 76138 – Super Heroes – Batman E La Fuga Di Joker

Ordina ora


Dc Comics: Suicide Squad – Joker Crazy (Tazza)

Ordina ora

DC Comics: Suicide Squad – Grafitti Joker (T-Shirt Unisex Tg. S)

Ordina ora

Dc Comics: Suicide Squad – Joker Skull (Stampa In Cornice 30×40 Cm)

Ordina ora

The Joker Playing Cards

Ordina ora

Dc Comics: Suicide Squad – Joker Skull (Tazza)

Ordina ora

Dc Comics: Joker Teeth (Stampa In Cornice 30x40cm)

Ordina ora

Dc Comics: Laughing Joker (Stampa In Cornice 75×30 Cm)

Ordina ora
RW Edizioni: le uscite DC Comics del 21 settembre 2019

Ecco le uscite RW Edizioni inerenti al mondo DC Comics previste per il 21 settembre 2019 grazie a Terminal Video. Scopriamole insieme nella lista che segue:

9788829305018

FLASH #65 (121)
(Contiene Flash 64, Teen Titans 25-26)
di Joshua Williamson, Adam Glass, Rafa Sandoval, Robson Rocha, Bernard Chang
16,8×25,6, S, 72 pp, col.
9788829305001
€ 4,50
“Il prezzo”, seconda parte! Direttamente dalle pagine di BATMAN N. 65 prosegue il crossover che vede impegnati Batman e Flash contro una minaccia fin troppo familiare! Prosegue su BATMAN N. 66! Inoltre doppia dose delle avventure dei Giovani Titani, con le incredibili origini di Crush, la figlia di Lobo! Infine, Damian ha bisogno di qualcosa di speciale per la sua prigione segreta, qualcosa che può trovare solo… nella Batcaverna!

Ordina ora
9788829304981

JUSTICE LEAGUE #61
(contiene: Justice League 16, Justice League Dark 8, Titans 33)
di Scott Snyder, James Tynion IV, Dan Abnett   , Jim Cheung, Stephen Segovia, Alvaro Martìnez Bueno, Bruno Redondo
16,8×25,6, S, 72 pp, col.
9788829304981
€ 4,50Chi sono i figli di Marte? Con la risposta a questa apparentemente innocente domanda si chiude la missione di parte della Justice League su Hawkworld, e ciò che scopriranno cambierà tutto! Inoltre la Justice League Dark dovrà fare i conti con un vendicativo Dottor Fate, mentre i Titani dovranno combattere per l’anima di Raven in una dimensione decisamente ostile.

Ordina ora
9788829305032

SUICIDE SQUAD/HARLEY QUINN #54 (76)
(contiene Suicide Squad 49, Deathstroke/Yogi Bear Special 1)
di Rob Williams, Frank Tieri, Diogenes Neves, Max Texeira
16,8×25,6, S, 48 pp, col.
9788829305032
€ 3,95
La Suicide Squad è attesa a una vera e propria resa dei conti. Quale piano ha preparato Rick Flag per vendicarsi di Amanda Waller? Nel frattempo, nel parco di Yellowstone, circola da tempo una leggenda legata al misterioso “Orso Yogi”. Cosa farà il temibile Slade Wilson quando verrà chiamato a indagare su questa strana minaccia?

Ordina ora
9788829303229

DC Pop
BATMAN: DETECTIVE
(Contiene Detective Comics 821-826)
di Paul Dini, J.H. Williams III, Don Kramer, Joe Benitez
16,5×25,2, B, 144 pp, col.
9788829303229
€ 15,50
Il Cavaliere Oscuro combatte l’Enigmista, il Pinguino e Poison Ivy in storie ricche di mistero e suspense scritte da Paul Dini e disegnate da alcuni tra i migliori artisti del fumetto americano, tra cui J.H. Williams III.

Ordina ora
9788829303632

DC Universe
THE TERRIFICS 3
(Contiene The Terrifics 9-10, The Terrifics Annual 1)
di Jeff Lemire, José Luis, Evan Shaner, Joe Bennett, Viktor Bogdanovic
16,8×25,6, B, 96 pp, col.
9788829303632
€ 10,95
I Terrifics sono divisi tra le pieghe nel multiverso, cercando di tornare alla loro realtà e contemporaneamente di salvare i membri della famiglia di Tom Strong. Il piano di Doc Dread sembra funzionare, ma la forza di volontà di Mr. Terrific, Plastic Man, Metamorpho e Phantom Girl sarà grande a sufficienza per superare anche questo ostacolo? La svolta avverrà quando Sapphire Stagg scoprirà chi si cela dietro la maschera di Doc Dread! In appendice, l’Annual dei Terrifics, con alcune soluzioni a misteri che stanno avvolgendo il supergruppo fin dalla formazione!

Ordina ora
9788833047973

Lion Extra
DOOM PATROL VOL. 2: Nada
(Contiene Doom Patrol #7-11)
di Gerard Way, Nick Derington, Mike Allred
16,8×25,6, B, 136 pp, col.
9788833047973
€ 13,50
Casey, Flex Mentallo, Robotman, Rebis e Crazy Jane si trovano alle prese con una nuova folle domanda a cui dover rispondere? Cos’è questa M**da e come mai la stanno mangiando tutti quanti? Nel frattempo scopriremo che fine ha fatto il gatto Lozione, e come il suo viaggio l’abbia cambiato… radicalmente. Dopo il successo del primo volume, torna la nuovissima DOOM PATROL creata da Gerard Way nel solco della classica serie di Grant Morrison!

Ordina ora
9788833044910

Vertigo Legends
C’ERA UNA VOLTA FABLES 44
(Contiene Fables 150)
di Bill Willingham, Mark Bukingham, Steve Leialoha
16,0×21,0, B, 96 pp, B/n
€ 3,95
Ultimo numero della serie Vertigo di maggior successo degli ultimi anni. Leggete con noi le ultime avventure dei personaggi delle fiabe che ci hanno fatto compagnia per tutto questo tempo e scoprite il loro futuro!
GOEN

Ordina ora
9788867128839

BL Collection #18
HYBRID CHILD
di Shungiku Nakamura
12,2×17,8, B+sc, 190 pp, b/n + col.
9788867128839
€ 5,95
Commedia/BL
L’Hybrid Child è una bambola-androide che può crescere solo grazie all’amore e alle attenzioni del suo padrone. Non è né una macchina né un essere umano, ma può sviluppare profondi legami sentimentali col proprio oggetto di affezione. In un unico volume una nuova, avvincente storia della regione dei Boys Love, Shungiku Nakamura!
Hybrid Child © Shungiku Nakamura

Ordina ora
9788867128006

Velvet Collection #26
ARE YOU ALICE 8
di Ikumi Katagiri /Ai Ninomiya
13×18, B+sc, 208 pp, b/n e col.
9788867128006
€ 5,95
Seinen/Young-Adult/Bishounen
Con la vera identità del Cappellaio ormai rivelata e il suo nome reclamato, la sua determinazione di trovare Alice – la vera Alice – e fuggire da Wonderland si fa ancora più forte. Diventa evidente che il Cappellaio non si farà remore a distruggere tutto e tutti si opporrà a questo obiettivo. Ora toccherà ad Alice decider se il Cappellaio è ancora un suo alleato… o la peggiore delle minacce.
Are you Alice? © 2009 by Ikumi Katagiri /Ai Ninomiya © IM/Re;no Inc.

Ordina ora
9788867128846

Dansei Collection #42
SAMURAI EXECUTIONER 12
di Kazuo Koike,Goseki Kojima
12,2×17,8, B+sc, 188 pp, b/n
9788867128846
€ 5,95
Seinen/Storico
Una vera katana dovrebbe essere in grado di uccidere un uomo con un solo colpo. Yamada Asaemon è un ronin dell’epoca Edo, conosciuto come Asaemon il carnefice per il suo incarico di testare le spade dello Shogun. Il suo vero lavoro, comunque, è eseguire delle vere e proprie esecuzioni capitali.
KUBIKIRI ASA © 1995 by Kazuo Koike/Goseki Kojima

Ordina ora
9788867128884

Dansei Collection #44
LA CANZONE DI APOLLO 1 [DI 3]
di Osamu Tezuka
12,2×17,8, B+sc, 124 pp, b/n.
9788867128884
€ 6,95
Seinen/Fantastico/Drammatico
La Canzone di Apollo racconta il tragico percorso di Shogo, un giovane a cui un’infanzia di abusi ha instillato una profonda repulsione nei confronti dell’amore, tanto da spingerlo a compiere atroci atti di violenza quando assiste a momenti di intimità e affetto, indipendentemente se questi siano da parte di umani o animali. Il suo odio è tanto profondo da costringere gli stessi dei a intervenire e maledirlo, costringendolo a sperimentare l’amore attraverso diverse ere solo per farsi spezzare il cuore ogni volta. Dalle atrocità naziste della Seconda Guerra Mondiale fino a un distopico futuro di cloni, Shogo perde progressivamente un pezzo del proprio cuore e della propria anima nel disperato tentativo di guarire le profonde cicatrici lasciate durante la sua infanzia. Goen è orgogliosa di presentare un nuovo capolavoro inedito del Dio dei Manga, il maestro Osamu Tezuka.
APOLLO NO UTA by Osamu Tezuka © 2018 by Tezuka Productions

Ordina ora
9788867125753

FOOD WARS Vol.6
di Yuto Tsukuda e Shun Saeki e Yuki Morisaki
11×17 B+sc, 192 pp circa, b/n
9788867125753
€ 5,95
Shonen/Young-Adult/Commedia
I concorrenti per l’evento autunnale della Totsuki, teatro di mirabolanti Food Wars, sono stati scelti! I partecipanti si preparano a dare il meglio ed essere il vincitore assoluto, e intanto qualcuno fa visita alla Stella Polare… Un nuovo volume per la serie che sta riscuotendo notevole successo in Giappone e anche in Italia, grazie alla serie animata trasmessa sottotitolata in contemporanea con il Giappone su Youtube, Shokugeki no Soma.
Shokugeki no soma © Yuto Tsukuda /Shun Saeki

Ordina ora
9788867125944

FOOD WARS Vol.7
di Yuto Tsukuda e Shun Saeki e Yuki Morisaki
11×17 B+sc, 192 pp circa, b/n
9788867125944
€ 5,95
Shonen/Young-Adult/Commedia
Soma e gli altri questa volta devono riuscire a preparare una colazione degna della qualità che contraddistingue il Totsuki Resort, per poter poi apparire sul menù. Il team è affiliato, scambiandosi anche le conoscenze necessarie, riescono facilmente nell’impresa ma Soma commette un errore e corre il rischio di non passare la prova! Un nuovo volume per la serie che sta riscuotendo notevole successo in Giappone e anche in Italia, grazie alla serie animata trasmessa sottotitolata in contemporanea con il Giappone su Youtube, Shokugeki no Soma.
Shokugeki no soma © Yuto Tsukuda /Shun Saeki

Ordina ora
Panini Comics: le uscite Marvel del 22 agosto 2019

Panini Comics Italia, ha annunciato le uscite, inerenti al mondo Marvel, previste per il 22 agosto 2019. Tutti questi titoli sono ordinabili nel nostro store online o direttamente in negozio con lo sconto del 10%. Scopriamole insieme nella lista che segue:

La Torcia Umana 2 Marvel Masterworks

panini comics marvel uscite agosto

Stan Lee, Dick Ayers, AA.VV. 256 pp – Strange Tales (1951) #118/134 Cartonato con sovraccoperta € 25,00 PANINI COMICS

Johnny Storm è uscito dal gruppo? 
Per fortuna no, ma negli anni 60 ha comunque vissuto numerose avventure al di fuori dei Fantastici Quattro, da solo o in compagnia dell’adorabile Cosa dagli occhi blu. 
Namor, Wizard, l’Uomo Pianta, l’Uomo Ghiaccio e lo Scarabeo sono solo alcuni dei personaggi che il nostro giovane e focoso eroe incontrerà in questo spettacolare volume, con ospiti d’onore i soli e unici… Beatles?! 
Contiene una storia disegnata dal “Re” Jack Kirby.

Amazing Spider-Man 6 – La caduta delle Industrie Parker – Marvel Collection

panini comics marvel uscite agosto

Dan Slott, Stuart Immonen, Christos Gage, AA.VV. 176 pp – Amazing Spider-Man (2015) #789/791-794/796, Amazing Spider- Man Annual (1964) #42 Cartonato € 19,00 PANINI COMICS

Peter Parker ha spedito Zodiac di un anno nel futuro… un anno fa! 
Nel frattempo Norman Osborn potrebbe aver trovato il modo di tornare ad essere Green Goblin… 
Il decennale ciclo di Dan Slott giunge al punto di svolta!

Runaways 3 – Marvel Collection

panini comics marvel uscite agosto

Rainbow Rowell, David LaFuente, Matt Wilson, Kris Anka 136 pp – Runaways (2018) #13/18 Cartonato € 17,00 PANINI COMICS

Molte cose sono cambiate per i super-adolescenti più famosi della Marvel. 
Un importante nemico dei Runaways è tornato in maniera assolutamente inaspettata! 
Rainbow Rowell e Kris Anka tornano a scrivere gli eroi creati da Brian K. Vaughan!

Venom 13 (30)

panini comics marvel uscite agosto

Frank Tieri, Danilo Beyruth 32 pp – Web of Venom: Cult of Carnage Spillato € 2,50 PANINI COMICS

Una storia completa dedicata a Carnage, anzi… alla Setta di Carnage!  Continua la sottotrama che sfocerà nel crossover Absolute Carnage! 
La missione segreta di John Jameson, l’Uomo Lupo!  Quale inquietante mistero si cela a Doverton, in Colorado?

Fantastici Quattro 9 (394)

panini comics marvel uscite agosto

Dan Slott, Paco Medina, Stefano Caselli, Aaron Kuder 24 pp – Fantastic Four (vol. 6) #9 Spillato PANINI COMICS

Un atto crudele incrinerà per sempre i rapporti tra i Fantastici Quattro e il Dottor Destino. 
Il destino del mondo e di Galactus dipendono da un’unica decisione! 
I Fab Four stanno per essere giustiziati! 
Cosa potranno fare Franklin e Valeria per evitare la morte del gruppo?

L’Immortale Hulk 14 (57)

panini comics marvel uscite agosto

Kyle Hotz, Al Ewing 24 pp – Immortal Hulk (vol. 1) #14 Spillato € 2,00 PANINI COMICS

È un giorno triste per Betty! Un giorno freddo e piovoso al cimitero di West Point, dove è in corso il funerale di suo padre, il generale “Thunderbolt” Ross! 
Una volta tornata a casa, trova ad attenderla il suo ex marito, Bruce Banner! 
Ma Bruce non è venuto da solo… 
…insieme a lui c’è l’Immortale Hulk!

Decenni – La Marvel degli anni 80 – Incredibili Evoluzioni

AA.VV. 240 pp – Iron Man (1968) #170, Uncanny X-Men (1981) #173, Fantastic Four (1961) #265, Amazing Spider-Man (1963) #252, Incredible Hulk (1968) #324, Thor (1966) #378, Captain America (1968) #333, Amazing Spider-Man Annual #21, X-Factor (1986) #24 Cartonato € 27,00 PANINI COMICS

Wolverine 61 (387)

Neil Edwards, Ibraim Roberson, Ed Brisson 48 pp – Old Man Logan #50, Old Man Logan Annual #1 (II) Spillato € 3,50 PANINI COMICS

Il Vecchio Logan contro il Maestro… l’Hulk del futuro! Uno scontro all’ultimo sangue! 
Il gran finale della serie Old Man Logan! 
Inoltre… il Punitore delle Terre Desolate! 
Copertina di Andrea Sorrentino!

Gli Incredibili X-Men 5 (351)

Salvador Larroca, Matthew Rosenberg, Juanan Ramirez, John McCrea 72 pp – Uncanny X-Men vol. 5 #11 Spillato € 4,20 PANINI COMICS

Il mondo odia e teme i mutanti più che mai. E tutti, ma proprio tutti odiano il redivivo Ciclope… anche i suoi simili. 
Scott Summers torna in scena, ma si ritrova davvero solo! 
O forse no? Ci sono ancora tanti altri mutanti in giro per il mondo. 
Nuovo formato e nuova minisaga: snikt!

Pantera Nera 7 – Riuniti nel mio nome – Marvel Collection

Ta-Nehisi Coates, Kev Walker 136 pp – Black Panther (2018) #7/12 Cartonato € 17,00 PANINI COMICS

In un futuro cupo… Pantera Nera rinasce! 
Continua la visionaria saga dell’Impero Intergalattico del Wakanda! 
T’Challa guida la ribellione in un futuro familiare ma diverso… dove un imperatore malvagio ha stravolto gli ideali del Wakanda! 
Una saga stellare e metaforica scritta dal pluripremiato saggista Ta-Nehisi Coates!

Miles Morales: Spider-Man 1

Saladin Ahmed, Javier Garron 48 pp – Miles Morales: Spider-Man (2019) #1/2 Spillato € 3,50 PANINI COMICS

Il nuovo bimestrale dedicato al protagonista di Spider-Man: Un nuovo Universo! 
Un fresh start per Miles Morales e il suo cast di comprimari! 
Un alleato che non vi immaginereste mai! 
Dallo scrittore di Freccia Nera ed Exiles, e dal disegnatore di Star-Lord!

Thor Dio del Tuono 1 – Il macellatore di dei – Marvel Collection

2ª ristampa

Esad Ribic, Jason Aaron 128 pp – Thor: God of Thunder #1/5 Cartonato € 16,00 PANINI COMICS

GLI DEI STANNO SCOMPARENDO! L’unica speranza per questi mondi devastati è che Thor sveli l’orrendo mistero del Macellatore di Dei! Una scia di sangue minaccia di annientare il passato, il presente e il futuro di Thor! Aaron & Ribic, una sinergia creativa spettacolare!

Fascisti SU TINDER: incontro con Daniele Fabbri alla Torre Nera

Giovedi 23 Maggio, dalle 17:30 nei locali della Torre Nera ci sarà ospite Daniele Fabbri autore di “Fascisti su Tinder“.

FASCISTI SU TINDER è l’ottavo monologo satirico di Daniele Fabbri, pioniere della Standup Comedy in Italia, scrittore satirico e fumettista. Nel 2016 il suo fumetto “Quando C’era LVI” balza agli onori della cronaca nazionale per un agguato ricevuto da parte di esponenti di spicco di un partito neofascista.

DANIELE FABBRI, classe 82, lavora da oltre 10 anni con la satira e la comicità in ogni sua forma. Oltre alle esperienze in televisione come attore, autore e comedian (NBC e NBC2, CCN con Saverio Raimondo, NEMICO PUBBLICO con Giorgio Montanini) e ai suoi monologhi di StandUp Comedy pura che presenta tra club e teatri di tutta Italia, ha scritto 25 spettacoli teatrali, è writing-partner dei monologhi di Giorgio Montanini, ha collaborato con la rivista ScaricaBile e Fuorilemura.Com, è autore in programmi radiofonici e televisivi (Rai, RadioRai, ComedyCentral); insieme a Stefano Antonucci ha scritto e pubblicato per Shockdom i fumetti Gesù La Trilogia, V for Vangelo, Quando C’era LVI e il recente Il Piccolo Fuhrer.

“«Fascisti su Tinder» racconta il conflitto di un 35enne che, appena tornato single dopo una relazione importante, si trova in bilico tra il volersi concedere una seconda adolescenza a colpi di sesso libertino, serie tv, videogiochi e spensieratezza, e il richiamo dell’età adulta che spinge a una presa di coscienza sulla politica, la società, i cambiamenti del mondo che ci circonda. Sperando che questo non pregiudichi comunque il sesso libertino. Tratto dal monologo teatrale di Daniele Fabbri, con le illustrazioni di Stefano Antonucci.”

Prenota ora la tua copia e ritirarla durante l’evento al link:
http://www.latorrenera.net/prodotto/fascisti-su-tinder-un-monologo/

POWER BATTLE MIRACULOUS REVIVAL

Partecipa alla Power Battle Miraculous Revival presso La Torre Nera e ottieni l’esclusiva Busta del Potere Serie 5!
Ogni partecipante riceverà 6 buste del set Miraculous Revival in italiano e 1 Busta del Potere Serie 5 con cui costruire un mazzo di 40 carte, selezionando inoltre una carta Leader tra quelle trovate!
 

TIPO DI EVENTO:

Power Battle

FORMATO:

Booster Draft

PERIODO SVOLGIMENTO TORNEI:

06 Maggio 2019

PREMI:

Un montepremi pari a due Promotion Pack 01 e un’ulteriore Busta del Potere Serie 5 per partecipante verrà suddiviso tra i giocatori del torneo secondo le modalità definite dall’organizzatore.

Costo Iscrizione (Comprende 6 buste per costruire il mazzo): € 30,00

CONTENUTO DELLA BUSTA DEL POTERE:

RW LION: PROMO DOOMSDAY CLOCK! PINS E VARIANT
LA MEZZANOTTE STA ARRIVANDO…
Da Gennaio parte l’attesissima seria firmata Geoff Johns e Gary Frank,
che unisce l’Universo DC al mondo di WATCHMEN:
starshop.it
Questa incredibile miniserie presenterà per ognuno dei 12 numeri una VARIANT PIN da € 5,50!
starshop.it
Una volta collezionate tutte, le 12 spille andranno a formare L’OROLOGIO dell’APOCALISSE, simbolo dell’opera.
starshop.it
Inoltre il primo numero si pregerà di un’esclusiva  VARIANT OLOGRAFICA da € 9,95!
starshop.it

Non appena avremmo notizie su come partecipare, ve lo comunicheremo

MARVEL LEGACY TUTTE LE VARIANT COVER -ESCLUSIVE FUMETTERIA-

Ricordiamo a tutti abbonati che hanno aderito alla promozione Marvel Legacy, che le sette cover variant esclusive per il canale della fumetteria potranno essere sempre ordinate unicamente contattandoci.

 

X-MEN FENICE RESURREZIONE IL RITORNO DI JEAN GREY 1 VARIANT

17×26, B., 56 pp., col., Euro 5,00

 

FANTASTICI QUATTRO 381 VARIANT

MARVEL 2 IN UNO 1 VARIANT

17×26, S., 48 pp., col., Euro 5,00

 

SPIDER-MAN 700 VARIANT

17×26, S., 80 pp., col., Euro 5,00

 

AVENGERS 100 VARIANT

17×26, S., 80 pp., col., Euro 9,90

 

DOCTOR STRANGE 38 VARIANT

17×26, S., 48 pp., col., Euro 5,00

 

CAPITAN AMERICA 97 VARIANT

17×26, S., 48 pp., col., Euro 5,00

 

THOR 228 VARIANT

17×26, S., 56 pp., col., Euro 5,00

 

Wolverine di Chris Claremont e Frank Miller – Recensione

È quasi difficile credere che Wolverine abbia avuto la sua prima miniserie solo nel 1982. Il personaggio era apparso per la prima volta in The Incredible Hulk nel 1974, ed era stato cooptato negli X-Men con The Giant X-Men # 1 di Len Wein un anno dopo. Durante la celebre run su Uncanny X-Men di Chris Claremont , Wolverine è diventato un personaggio molto popolare. In effetti, penso si possa sostenere l’argomento secondo cui Wolverine e Storm erano i protagonisti principali dell’epica corsa degli X-Men di Claremont . Eppure, dato quanto è diventato onnipresente il personaggio negli ultimi anni, è impressionante che ci sia voluto così tanto tempo  per ottenere un’avventura da solista. La miniserie Wolverine in quattro parti, scritta da Chris Claremont e illustrata da Frank Miller, è generalmente considerata una delle migliori miniserie che la Marvel abbia mai prodotto, e penso che abbia fornito molto dello slancio e della caratterizzazione che avrebbero sostenuto il personaggio in oltre tre decenni di apparizioni.

Ho notato che nei suoi esordi Wolverine non è il più complesso dei personaggi dei fumetti. Tendo a pensare che, di regola, il personaggio sia ben più utile come parte di un dinamico gruppo, dove può definirsi in opposizione agli altri membri. Penso che gran parte del suo fascino in Uncanny X-Men fosse il fatto che fosse il membro più feroce della squadra, il “ragazzaccio” . Mentre sarei molto riluttante a descrivere il Wolverine di Chris Claremont come un ” anti-eroe “ , ha avuto una caratterizzazione più cattiva, qualcosa che mancava dalla maggior parte dei fumetti in quel momento.

In molti modi, ricordava molto i personaggi di Clint Eastwood, l’icona macho fatta e pronta, pronta per tutto ciò che il mondo poteva lanciargli.  È un personaggio di genere abbastanza convenzionale, e penso che il suo fascino derivi da quanto attentamente Claremont lo abbia definito all’interno di quello stampo. Non penso che sia eccezionalmente profondo o complesso, e direi che lo stesso Claremont lo ammetterebbe.

In effetti, Claremont sembra farlo nell’introduzione alla raccolta della miniserie di quattro numeri. “Per la maggior parte, vedi,” spiega candidamente Claremont, “Wolvie era stato descritto come uno psicopatico assassino, come della nitroglicerina umana, pronto a esplodere in una furia beserker senza preavviso, e probabilmente attaccherebbe anche i suoi amici e compagni di squadra come i suoi nemici . Il problema è che non ti lascia, come scrittore, molti posti in cui andare. “ Quindi, è merito di Miller e Claremont che sono stati in grado di riposizionarlo con abilità nel genere “eroe”, trasformando quella superficialità ed esplorando le insicurezze di Wolverine sull’essere “una bestia vestita in forma umana che non ha onore”.

Vale la pena riconoscere la connessione tra Frank Miller e Chris Claremont. Leggendo una buona parte dell’epopea di Claremont, mi colpisce quanto profondamente riconoscente debba essere la cultura fumettistica a Claremont. Penso che lo scrittore abbia avuto un impatto enorme sul modo in cui gli scrittori producono storie a lungo termine, anche se non ha influenzato fondamentalmente nello stesso modo in cui lo hanno fatto Alan Moore o Frank Miller. Tuttavia, non penso che Claremont sia stato abbastanza riconosciuto per il contributo che ha dato al genere, riconoscendo le opere che sarebbero diventate influenti e iconiche e incorporandole nelle sue narrazioni attuali.

Quindi è possibile rilevare una sinergia tra Miller e Claremont, e le due si adattano abbastanza bene. Questa miniserie di Wolverine si lega immediatamente a diversi fili della celebre storia di Daredevil di Frank Miller , che si è svolta all’incirca nello stesso periodo. Nelle pagine iniziali, Wolverine trova la sua strada per un “Josie’s Bar ‘n’ Grill”, che condivide un nome con il frequentatore notturno che Daredevil frequentava. La trama presenta ampiamente la Mano e li legherebbe alla continuità personale di Wolverine in modo abbastanza saldo, oltre a stabilirli come uno dei molti elementi dell’universo Marvel condiviso che Claremont attingerebbe di volta in volta.

Tuttavia,la svolta più duratura che la serie fà sul personaggio di Wolverine, e probabilmente l’unica connessione più intelligente che abbiamo per quanto riguarda il suo personaggio, sta nell’intrecciare Wolverine nella cultura giapponese. “Logan, sei più giapponese di qualsiasi altro occidentale che abbia mai conosciuto” , suggerisce il suo vecchio amico, Asano Kimura. In realtà è una bella metafora, in quanto Claremont interpreta il personaggio centrale che lotta con i suoi istinti di guerriero e il suo tentativo di essere qualcosa di più.

Il Giappone ha avuto una lunga storia militare. A partire dal 1982, il paese era stato recentemente coinvolto nella seconda guerra mondiale. Ha gestito un’impressionante espansione coloniale durante quel conflitto, ma ha anche attinto una ricca storia militare. Questa era una nazione famosa nella cultura popolare per samurai e ninjitsu, nota per la produzione di guerrieri di ogni tipo. Tuttavia, quella cultura era stata drammaticamente cambiata dopo la seconda guerra mondiale. L’esercito era stato sostituito dalla “Forza di autodifesa del Giappone”. Nel momento in cui questo fumetto è stato pubblicato, il paese aveva ancora un forte sentimento antimilitarista.

Claremont allude a questo fondamentale conflitto interno all’interno del personaggio giapponese. “La nostra famiglia è vecchia quanto quella dell’Imperatore, con una pretesa legittima al trono”, dice il padre di Mariko a Wolverine a un certo punto, riflettendo sui vecchi modi e tradizioni. Tuttavia, deve riportarsi al presente, la realpolitick della situazione. “Ma lo dimentico. Viviamo in un’epoca in cui tali precetti sono diventati effimeri come la rugiada del mattino. “

Indipendentemente da quanto possa cercare di essere pacifico, “la terra del Sol Levante” sarà sempre associata a guerrieri senza tempo come i ninja ei samurai. Questi archetipi eterni e iconici aderiscono ai loro sacri codici d’onore interni, mascherando la ferocia del combattimento e dell’omicidio con la struttura civilizzata di antichi giuramenti e codici. Wolverine riflette su una messa in scena dei 47 Samurai, riflettendo, “È una storia d’onore, di lealtà, della determinazione dei samurai di vedere un corso fino alla sua fine, indipendentemente dal costo. Rappresenta tutte le qualità che i giapponesi amano di più nel loro carattere e patrimonio nazionale “.

I lettori americani indubbiamente assocerebbero Wolverine all’archetipo del cowboy solitario. Leggendo la sua narrazione scritta da Claremont, non è troppo difficile immaginare un giovane Clint Eastwood interpretare il ruolo e interpretarlo come “l’uomo senza nome”. Naturalmente, molti di quegli iconici western sono stati loro stessi fortemente influenzati da classici film di samurai. The Magnificent Seven era The Seven Samurai . Un pugno di dollari era Yojimbo .

È anche interessante il modo in cui Claremont e Miller riescono a sfruttare l’essenza del personaggio senza ricorrere a un gran numero di cliché e senza riprendere particolarmente le vecchie storie pubblicate prima. Mentre la storia fa ricorso al collaudato “vecchio passato dalla storia personale di Wolverine” per far movimentare la storia, c’è una minima dose di angoscia su quanto poco Wolverine potrebbe sapere del suo passato. Mentre Claremont e Miller intrecciano il Giappone nella storia del personaggio, non giocano sul mistero della sua origine come faranno molti scrittori e artisti in futuro.

Vale anche la pena notare che questa storia è stata scritta quando Wolverine era un personaggio mortale, piuttosto che quando il suo fattore di guarigione rendeva il personaggio praticamente immortale. In questi giorni, ci vuole una minaccia come la fine del mondo per dare  del filo da torcere al mutante canadese, dato quanto radicalmente il suo potere di rigenerazione si è evoluto. Qui, tuttavia, Miller e Claremont creano invece una grande quantità di tensione da una minaccia relativamente banale e di strada. Questo è un Wolverine che può ancora essere ucciso da normalissimi ninja.

Questo è un personaggio che si trova nel mezzo del proprio arco narrativo. Wolverine si stava ancora evolvendo sotto la penna di Claremont, e lo scrittore sembra abbracciare l’idea che Wolverine potesse diventare un personaggio molto diverso da quello che è apparso per la prima volta in The Incredible Hulk tanti anni fa. Wolverine sembra sostenere questa sorta di approccio audace e in continua evoluzione alla scrittura di fumetti, poiché Claremont sembra condannare i tentativi pigri di aderire allo status quo.

C’è qualcosa di tragico nel personaggio che la coppia dà a Wolverine, come un personaggio che lotta per essere più di quanto non sia stato in passato. C’è qualcosa di stranamente nobile nei tentativi di Wolverine di migliorarsi, soprattutto in considerazione del suo sordido passato. Sta cercando sinceramente di essere un uomo migliore, il che penso scatena un bellissimo conflitto interno, visto che Miller e Claremont costringono il personaggio a scegliere tra due straordinarie donne giapponesi: Mariko, che parla della sua natura migliore; e Yukio, che fa appello ai suoi istinti più basici.

Wolverine è ancora una lettura meravigliosa anche trent’anni dopo la sua prima pubblicazione. Sebbene non sia il miglior lavoro che sia Claremont o Miller abbia mai prodotto, è caratterizzato da due creatori molto abili che lavorano a qualcosa che si avvicina al meglio del loro lavoro. È una storia semplice, libera dal tipo di convoluzioni narrative che molti si aspettano da una storia di Wolverine , ma penso che sia ancora una lettura fantastica, forse proprio per questa semplicità. Si adatta al suo personaggio principale, tracciando tragedia dalle storie più dirette.

Deadpool 2 – La Recensione

Come il primo film, Deadpool 2 è un film che si basa sulla decostruzione e la commedia. Almeno, non principalmente.

Deadpool 2 è efficace sul punto narrativo supereroistico e lo sviluppa in maniera molto semplice e diretta con un pizzico di violenza ma anche di consapevolezza. Senza dimenticare le risate. E alcune battute sono davvero grandiose. Ci sono anche occasionalmente momenti in cui Deadpool 2 prenderà in prestito appositamente alcune scene o personaggi da altri film. Tuttavia, queste sono l’eccezione piuttosto che la regola. E non è un caso che questo set-up porti alla più grande risata del film.

Non c’è mai la sensazione che Deadpool 2 esista come decostruzione o critica dei film sui supereroi, che abbia qualcosa di particolarmente perspicace da dire sul genere oltre ad accettare che il pubblico moderno sia alfabetizzato dal genere.

Per essere chiari, questo non è un problema con Deadpool 2 . In effetti, la cosa più straordinaria di Deadpool 2, in particolare nell’era del franchising sui supereroi, è la relativa efficienza con cui racconta una storia semplice. Per tutte le battute sui genitali e tutti i riferimenti alla cultura pop che affollano la narrativa, in Deadpool 2 c’è un’emozione più genuina di quella di Avengers: Infinity War . I personaggi sono meglio definiti, i loro archi e le motivazioni più chiare. C’è una serietà accattivante e contagiosa sotto le battute del cazzo.

Ovviamente, questo non vuol dire che non ci siano citazioni in abbondanza e molti riferimenti nascosti. Se mai, Deadpool 2 è più esoterico nei suoi obiettivi rispetto a quello originale. Mentre si lamenta dell’assurdità dell’idea di “fortuna” come superpotere, Deadpool si chiede chi possa inventare un concetto così ridicolo (prestandosi alla “scrittura pigra” ), lamentandosi, “Probabilmente non sa nemmeno disegnare i piedi”. È un cliché nella critica dei fumetti per sottolineare le debolezze anatomiche di Liefeld, ma è qualcosa da vedere in un successone su questa scala.

Allo stesso modo, non si può negare la stranezza di un film a fumetti che trasforma un personaggio di serie Z apparso su Uncanny X-Men in cattivo stile “Black Tom Cassidy” in una battuta finale ricorrente con particolare attenzione alle relazioni a fumetti del personaggio di lunga data. Deadpool 2 è chiaramente il prodotto di persone che hanno effettivamente letto fumetti o almeno sono scomparsi nel buco nero del tempo che è il commento su internet. Incontrando un personaggio di fumetti particolarmente iconico, Deadpool ha persino casualmente elencato le sue apparizioni nei fumetti.

Oltre a ciò, Deadpool 2 non perde mai di vista se stesso come un sequel degli X-Men , non solo in continuità, ma in tono. Per un film che introduce gli X-Men come ” una metafora datata per i diritti civili degli anni sessanta “, c’è qualcosa che conferma quanto tranquillamente Deadpool 2 porti la sua coscienza LGBTQ nei suoi temi. C’è un modo semplice con cui Deadpool 2 accetta il suo sottotesto queer, dai riferimenti casuali a uno “strap-on” alla facilità con cui Wade accetta la fidanzata di Teenage Negasonic Warhead.

Esiste una misura specifica in base alla quale Deadpool 2 è effettivamente “il miglior film degli X-Men” da X-Men: First Class o anche X-Men II , senza essere effettivamente buono come Logan . Questo è più ovvio per il modo in cui la trama si trova a svolgersi attorno alla ” Essex Home for Mutant Rehabilitation “, sia un altro occhiolino all’ allusione all’uso della terapia di conversione negli Stati Uniti. (In effetti, uno dei più piccoli colpi bassi di Deadpool 2 prefigura questa rivelazione con Deadpool che riflette su come il resto del mondo non hanno un senso di religione come gli Stati Uniti).

È anche chiaro che il team di produzione ha letto i fumetti di Deadpool, sfruttando trame e opere come Uncanny X-Force di Rick Remender o Deadpool di Gerry Duggan .

Anche i dettagli più piccoli suggeriscono influenze a quattro colori. Quando Deadpool mette insieme il suo contrappunto “lungimirante, progressivo” (e anche “un po’ derivato” ) agli X-Men, il team di produzione fa attenzione ad annuire furbescamente a varie iterazioni del team nei fumetti X-Force . Tuttavia, la sequenza si ripaga confermando che il team di produzione ha almeno letto Peter Milligan e la spettacolare corsa di X-Force e X-Statix ​​di Mike Allred , che rimane uno dei migliori (e più trascurati) fumetti X-Men mai pubblicati.

Allo stesso modo, anche i fan occasionali del franchise cinematografico degli X-Men possono notare i vari riferimenti e omaggi al franchise del film, con la trama che spesso si sente come un tributo molto diretto agli X-Men rispetto al fascino gonzo del lavoro di Noah Hawley in Legion . La scelta di Cable come personaggio di supporto evoca ovviamente la trama di base di X-Men: Days of Future Past , sebbene consapevolmente e deliberatamente su una scala più piccola e intima. Una sequenza di dighe legate alla neve richiama X-Men II . Lo stesso Deadpool stuzzica le somiglianze con il complotto di Logan .

Nessuno di questi elementi è abbastanza forte nel mix per sopraffare Deadpool , non permettendo mai che il film si perda nei riferimenti. Per essere onesti, le battute del film cadono di tanto in tanto nella trappola di puntare a pezzi familiari della cultura pop come uno scherzo di se stessi, piuttosto che come impostazione di uno scherzo. Deadpool si riferisce inevitabilmente a Josh Brolin come “Thanos” , o si lamenta che parte della X-Mansion “odori come Patrick Stewart”.Tuttavia, sono citazioni piuttosto che il punto focale dell’attenzione.

Tuttavia, Deadpool 2 funziona meglio come un film d’azione semplice con una trama relativamente lineare e motivazioni coerenti. Il regista David Leitch è un fantastico coreografo d’azione, con uno stile relativamente pulito e ordinato che funziona bene. In effetti, i migliori beat di Deadpool 2 sembrano sequenze di azione senza sforzo,  che dimostrano l’abilità di Leitch senza distrarre dal resto del film; mi viene in mente una furba sequenza all’inizio del film, dove persino Deadpool si complimenta della carneficina coreografata. ” Woah. Quel ragazzo è in fiamme! 

Sebbene sia pieno di superpoteri e riferimenti ai film a fumetti, Deadpool 2 è molto più vicino a quei vecchi film d’azione degli anni Ottanta che a qualcosa come Black Panther . Questo è evidente nel modo in cui Leitch sceglie di visualizzare i superpoteri guidati dalla fortuna di Domino, nonostante le proteste di Wade che “certamente non è molto cinematografico.” Leitch sembra immaginare la manipolazione della fortuna di Domino pari alla capacità di invocare la fisica del film d’azione.

La trama e gli archi di Deadpool 2 hanno pochissime sorprese, forniscono invece un quadro per un’esecuzione sicura e pulita. La posta in gioco è relativamente piccola, specialmente per ciò che è inquadrato come una storia del viaggio nel tempo. Wade fa riferimento a Cable come “John Connor” , ma il film evita consapevolmente molte conseguenza del caso. Cable non sta cercando di salvare metà dell’universo, ma intraprende invece una missione molto personale. Allo stesso modo, le motivazioni di Wade non sono di cambiare il mondo o influenzare un profondo cambiamento nella coscienza sociale, ma di salvare una singola vita.

Questo è rinfrescante, sia nel contesto di un grande sequel di successo che di film sui supereroi. Nell’era degli universi condivisi e dei sequel, sembra che la qualifica minima per rivendicare il titolo di “supereroe” sia salvare una piccola città, probabilmente distruggendone la maggior parte nel processo.

C’è qualcosa di pragmatico e accattivante in questo. Semmai Infinity War ha dimostrato i limiti dei film sui supereroi, dimostrando che la carneficina sulla scala planetaria è limitata. Il merito di  Deadpool 2 è che non perde mai di vista le parti più intime. Anche un personaggio secondario come Domino ha il suo arco relativamente perfetto che ripaga in un modo che ha senso.

In effetti, i beat emotivi di Deadpool 2 sono quasi sinceri,  fatti per far funzionare la storia. In effetti, l’umorismo in Deadpool 2 sembra esistere in gran parte per controbilanciare questa serietà, per mantenere il film equilibrato e per impedirgli di ribaltarsi e diventare troppo ovvio o troppo melodrammatico. L’umorismo punge la sua sincerità quanto basta , sgonfiando gli elementi più veloci del film senza mai nascondere il suo cuore. Deadpool 2 mantiene un delicato equilibrio. Questo è forse più ovvio nella trama centrale del film, che si concentra su un giovane mutante di nome Russell, interpretato da Julian Dennison e che aspira a diventare cattivo col nome in codice “Fire Fist”.Quando Wade chiede perché Russell sarebbe tentato dal diventare un supervillain, risponde ironicamente, “Non vedi molti supereroi come me.”

Tuttavia, il sarcasmo esiste per aiutare a forare le parti più serie del film sui traumi, rabbia e cicli di violenza. Deadpool 2 è piuttosto esplicito su dove viene la rabbia di Russell, e su ciò che è necessario per aiutarlo a togliersi dalle ferite che gli sono state inflitte. Sulla carta, questo arco è quasi scadente, una raccolta di motivazioni e allestimenti di personaggi originali ma funzionano sullo schermo.

Tuttavia, Deadpool 2 trova un’umanità sorprendente in queste idee molto sane, distraendoci con umorismo delicato e autocoscienza.